3 consigli per mettere in sicurezza la propria casa

Quella di mettere in sicurezza la propria casa è un’attività dispendiosa sia a livello economico sia per quanto riguarda il tempo e l’attenzione da dedicare.

Tuttavia, è sempre comodo avere un aiuto e sapere di preciso cosa fare per aumentare il grado di sicurezza della vostra casa e ottimizzare in positivo le possibilità di furto nella vostra casa, riducendole ad una percentuale minima.

In questo articolo abbiamo passato in rassegna 3 delle pratiche più consigliate per tenere alla larga intrusori e malintenzionati. Vediamole insieme.

Mettere in sicurezza la casa: aspetti da considerare

La prima cosa da osservare attentamente, prima di procedere con le soluzioni, consiste nel capire quali sono le zone dove la casa presenta delle criticità andando dunque alla ricerca di sistemi che si adattino ai vari punti sensibili.

Risulta essere molto importante, affinché la casa venga posta in sicurezza, iniziare cercando di mettersi nei panni del ladro e di pensare a cosa farebbe quest’ultimo pur di entrare in casa. Bisogna in primo luogo analizzare i punti sensibili della propria casa, quali:

  • la zona in cui si trova l’abitazione, se in campagna, periferia o città;
  • la presenza di eventuali porte a finestra prive di blindatura;
  • presenza di cassaforte, telecamere e/o allarmi.

Analizzati questi aspetti, veniamo ora alle possibili implementazioni da applicare nella tua casa al fine di metterla in sicurezza.

Serramenti e cassaforte per mettere in sicurezza la tua casa

Nel primo caso, il consiglio che vi diamo è quello di scegliere una serratura con un alto livello di sicurezza, sia per la porta blindata che per le zone più esposte, che tenderanno a scoraggiare l’intruso dal forzare la porta e le finestre con serramenti. Per la sostituzione puoi affidarti ad un fabbro o ad un servizio specializzato, come quello di fabbrobolognaeprovincia.it, attivo da tempo nella città di Bologna e operante anche di pronto intervento.

Altro spunto utile, nel caso gli intrusori riuscissero in qualche altro modo ad entrare in casa, può essere quello di installare una cassaforte in un punto poco visibile e mettere dentro tutto ciò che si reputa di prima importanza.

Aumentare la sicurezza della casa con l’impianto di videosorveglianza

Il secondo consiglio che vi diamo è quello di installare, tramite una rete wifi collegata a dei router, delle telecamere poste nei punti più sensibili dell’abitazione. Queste telecamere, a differenza dei classici impianti, saranno prive di installazione di cavi elettrici sparsi qua e la nella casa e saranno monitorate tramite semplicissime app inerenti la categoria delle telecamere acquistate.

Installare un allarme di sicurezza

Il terzo consiglio che vi proponiamo è quello di procedere con l’installazione di un impianto d’allarme il cui funzionamento si attiverà attraverso un sensore che, nel momento in cui il ladro tenterà di forzare la serratura, quest’ultimo si attiverà generando dei suoni che certamente metteranno in fuga l’intruso. Ecco una guida su come installarne uno!

Questo tipo di soluzione è sicuramente tra le più gettonate in quanto sono molti i tenattivi di intrusione sventati da sistemi particolarmente efficaci.

In ogni caso, è bene precisare che il massimo della sicurezza per la vostra casa lo garantirete quando utilizzerete in modo adeguato i diversi sistemi, prevedendo tutte le mosse degli intrusori e vanificando i loro tentativi stando sempre un passo avanti, stanandoli nel caso in cui venissero loro in mente idee malsane.

Insomma, diversi sistemi che vi permetteranno di proteggere la vostra casa garantendovi nel tempo tutta la sicurezza di cui necessitate in pochissimo tempo.

I commenti sono chiusi.