Come cambiare la corda della tapparella: guida completa

Una tapparella viene utilizzata frequentemente nella quotidianità e può accadere che con il tempo presenti segni di rovina. Uno dei più comuni è la rottura o lo sfilacciamento della corda.

Nonostante l’operazione di sostituzione della corda della tapparella e di riparazione possa sembrare complessa e articolata, in realtà è possibile procedere da sè senza chiamare alcuno specialista. A tal proposito sarà però necessario seguire dei passaggi specifici, così da contrastare ogni possibile errore.

Prima di iniziare a cambiare la corda della tapparella, è fondamentale verificare di avere tutti gli strumenti necessari. I materiali e gli attrezzi scelti dovranno essere attendibili e di qualità, così da contrastare potenziali problematiche future. Vediamo in modo più approfondito come fare, sfruttando i suggerimenti di fabbro-roma.me, fabbro a Roma attivo h24.

Quali materiali servono per sostituire la corda della tapparella

Come già anticipato per la sostituzione della cinghia della tapparella è necessario disporre degli strumenti adatti. Il materiale deve essere di qualità e scelto accuratamente. Per cambiare la corda della tapparella si necessita di:

  • Una scala stabile;
  • Un cutter;
  • Un paio di forbici;
  • Un cinghino della giusta larghezza;
  • Un cuneo di legno;
  • Un aiutante.

Guida completa su come cambiare la corda della tapparella

Prima di inziare, è importante considerare e conoscere tutti gli elementi che costituiscono la tapparella, descritti in questo articolo. Ecco gli step da seguire per cambiare la corda della tapparella:

  1. Innanzitutto è necessario aprire il cassonetto dell’infisso, svitando accuratamente le viti presenti. Se invece questa dispone di un coperchio a scorrimento, è fondamentale controllare che questo non sia bloccato, in tal caso sarà utile incidere con un cutter il bordo. Questa operazione necessita di calma e concentrazione poiché un movimento o un’azione sbagliata potrebbero compromettere la riuscita del processo di riparazione, inoltre, è importante utilizzare in modo cauto gli attrezzi per evitare di procurarsi danni e ferite.
  2. A questo punto sarà necessario dare dei colpi leggeri al cassonetto, così da portarlo verso l’alto, dopodiché bisogna sollevarlo e tirarlo verso di sé, così da toglierlo definitivamente. Se vi dovessero essere ulteriori problemi nel sollevamento, basterà accertarsi di aver completamente liberato il cassonetto, così da poterlo sbloccare definitivamente.
  3. Successivamente con l’aiuto di un cuneo realizzato in legno, bisognerà bloccare la puleggia, la ruota di metallo su cui è avvolta la corda.
  4. Dopodiché per contrastare possibili movimenti e spostamenti degli elementi di composizione della tapparella, sarà necessario impiegare il cuneo mediante la parete e la ruota, in modo da creare una sorta di frizione.
  5. A questo punto bisogna sciogliere il nodo della corda, che sarà sicuramente situato al suo interno, di conseguenza, prima di operare, sarà fondamentale tirarlo verso l’esterno. Questo passaggio è molto complesso, è quindi necessario rimanere attenti e concentrati, magari impiegando un cacciavite. Dopo aver sciolto il cintino si potrà comunque riavvolgerlo, impiegando le dita presso i rullini. In questo modo, sarà possibile evitare di imbrattare la parete, e portare a compimento l’operazione.
  6. Successivamente bisogna svitare la placchetta dell’avvolgitore a muro, estraendolo dal murato. Bisogna assicurarsi che la molla sia completamente scarica, così da poter procedere con il liberare il cinghino, svitando la apposita vite.
  7. A questo punto è possibile salire nuovamente sulla scala, ma con la corda non ancora tagliata, bisogna infatti far passare quest’ultima attraverso i rullini. Una volta posta all’interno del cassonetto, questa dovrà passare nella puleggia e bisognerà fare ancora una volta un nodo.
  8. Successivamente bisognerà richiedere l’aiuto di un aiutante che dovrà impugnare la corda, mentre l’addetto si occuperà di sottrarre il cuneo di legno. A questo punto sarà necessario abbassare la tapparella con cautela, e tagliare l’eccesso del cintino.
  9. Dopodiché si deve avvitare il cintino alla ruotina dell’avvolgitore a molla, sarà necessario introdurre il cinghino nell’ingresso e poi avvolgere la ruotina a molla, facendo almeno 18 giri.
  10. Appena la corda si sarà assestata è necessario reintrodurre l’avvolgitore nell’apposito avvolgimento e riavvitare la copertura. Alla fine sarà necessario svolgere una prova per verificare che tutto funzioni correttamente.

I commenti sono chiusi.