Come si utilizzano gli smalti permanenti?

Nonostante il graduale ritorno alla normalità, prenotare un appuntamento in un salone di bellezza per applicare (o semplicemente rimuovere) lo smalto gel semipermanente non è più così semplice e immediato come una volta. La vita domestica è diventata una routine e ci stiamo abituando a una sorta di “seconda vita” in cui è piacevole scoprire e imparare nuovi modi di fare le cose, aiutati anche dalla presenza di shop che si occupano della vendita di smalti semipermanenti online.

Gli smalti semipermanenti a colori sono un mix tra una manicure classica con lo smalto (che però sbiadisce in poco tempo, rovinandosi facilmente) e una ricostruzione (che a volte risulta troppo invasiva per le unghie, oltre che molto difficile). Infatti, a differenza del gel, lo smalto semipermanente è molto più delicato ma comunque duraturo.

Questo articolo ovviamente dovrebbe parlare di smalti permanenti, ma bisogna ricordare che il procedimento è lo stesso dei semipermanenti, con l’unica differenza che la variante permanente è decisamente più densa e difficile da stendere, ma anche da lavorare. Il consiglio più importante è scegliere sempre un prodotto di qualità, come gli smalti La Femme di Aleas Cosmetics, che mettono a disposizione smalto semipermanente nello shop online sul loro sito, dove potrai trovare la collezione La Femme e colori per tutti i giorni, ma anche quelli più particolari.

Smalto permanente o semipermanente: una moda in crescita

Grazie alla ricerca e all’utilizzo di nuove formule, i prodotti sono evoluti così tanto da aver reso possibile un buon “fai da te” attraverso l’acquisto di strumenti e smalti di qualità. Come fare però quando, dopo qualche settimana, il semipermanente inizia a consumarsi sui bordi e a staccarsi dall’unghia? Arriva il momento di rimuoverlo ma, a differenza dello smalto tradizionale, non basta farlo con un solvente e un batuffolo di cotone, occorre un procedimento ad hoc.

Insomma, la rimozione dello smalto semipermanente o permanente non è impossibile, ma va fatta con cura, utilizzando le giuste tecniche e alcuni accorgimenti, per non rovinare le unghie. L’importante, per non fare danni, è seguire con attenzione i passaggi necessari attraverso un’operazione delicata da fare senza distrazioni.

Applicazione dello smalto: i passaggi

Inizia pulendo delicatamente le cuticole con lo spingi cuticole e con le lime apposite. Attenzione a non limare l’unghia come si farebbe per la ricostruzione: la procedura prevede solo lo “sgrassaggio” della superficie. Inoltre è fondamentale proteggere l’unghia dallo smalto che si sta per applicare utilizzando il primer trasparente in modo da non aver bisogno della lampada UV; ci vorranno circa trenta secondi perché si asciughi naturalmente.

Ora applica la base sull’unghia e lasciala asciugare nella lampada UV per circa 60 secondi. Fai attenzione a non andare oltre e nemmeno a toccare le cuticole altrimenti, quando asciugherai lo smalto polimerizzandolo nella lampada, straborderà ai lati. Se per caso tocchi le cuticole, non preoccuparti: rimuovi l’eccesso con un piccolo cotton fioc imbevuto di solvente e poi metti la mano nella lampada. Passiamo ora all’applicazione del colore applicando un primo strato di smalto sull’unghia con lo stesso principio: cioè senza mai toccare le cuticole e togliendo l’eccesso.

Altra passata di lampada per 60 secondi e ripeti poi l’operazione con un altro strato di smalto. Infine, applica il top coat seguendo la stessa procedura. Una volta che questo si è asciugato nella lampada, sempre per un minuto circa, dai una piccola “sgrassata” alle unghie con un bel detergente, o con tamponi appositamente creati per concludere la sessione di manicure.

Rimozione dello smalto: come fare

Se è vero che gli smalti permanenti e semipermanenti non sono dannosi, è necessario sapere che vanno anche rimossi correttamente. Vediamo il procedimento. Lima leggermente la superficie dell’unghia per rimuovere lo strato “lucido” in modo da consentire al solvente per unghie di penetrare nello smalto. Quindi prendi un dischetto struccante, taglialo a metà e immergilo in un normale solvente. Mettilo ora sull’unghia e avvolgi tutto con un foglio.

Fai lo stesso procedimento per tutte le dita partendo dalla mano con cui sei meno pratico, in questo modo ti sarà più facile applicare sull’altra mano quando una è già fatta. Lascia tutto in posa per almeno 15 minuti. Trascorso il tempo di posa in cui il solvente per unghie ha penetrato lo smalto ammorbidendolo, libera un dito alla volta e rimuovi delicatamente i residui di smalto gel con un cotton fioc o un bastoncino di legno. Infine, con uno spazzolino di cartone, limare la superficie dell’unghia e applicare un olio per unghie.

I commenti sono chiusi.