Consigli utili per allenarsi all’aperto

Allenamento all’aperto: consigli utili per cominciare

L’allenamento all’aperto, o outdoor training, è un’attività di tipo motorio che implica l’assenza di pareti e soffitto e esercizi cosiddetti callistenici, a corpo libero, o bodyweight. Molti amanti della forma fisica tendono a non prendere in considerazione questa tipologia di attività fisica. Si tratta di un grosso errore. Anche l’allenamento all’aperto può portare ottimi risultati. La maggior parte dei culturisti non riesce ad eseguire un protocollo intero di bodyweight, questo dipende dal fatto che l’allenamento all’aperto richiede un ottimo rapporto peso-potenza che nel bodybuilding non è necessario.

Comunque, l’allenamento all’aperto attualmente è considerato da molti “la nuova frontiera del fitness”, questo grazie ai costi bassi e al modo in cui anche i neofiti possono iniziare ad allenarsi in modo regolare. Sempre più persone scelgono di allenarsi in un parco al posto della palestra. L’importante è vestirsi nel modo giusto, in commercio si trovano completini sportivi da donna adatti a questa attività. In questo articolo vedremo una tipologia d’allenamento adatta ai principianti o chi desidera iniziare a fare un po’ di movimento senza l’obbligo della palestra.

Allenamento all’aperto: a cosa serve

Gli esercizi callisteici, vengono usati per il raggiungimento di diversi obiettivi, in base al caso. Tra i più comuni si possono trovare:

• Dimagrimento indiretto, il processo è legato alla dieta;

• Potenziamento muscolare;

• Condizionamento iniziale;

• Allenamento metabolico;

• Forza resistente.

Dipende tutto dallo stimolo allenante, cioè il carico di lavoro e i recuperi e al metodo di allenamento “mono” o “multi-frequenza”, è necessario infatti gestire intensità, volume e densità dell’allenamento. Per spiegare meglio: bisogna stabilire il numero di serie, di ripetizioni o di giri, i tempi di tensione muscolare, di esecuzione eccetera. Il bodyweight si può integrare o alternare con postazioni aerobiche come salto con la corda, corsa, ginnastica eccetera. L’allenamento all’aperto può essere anche un rimpiazzo, se così si può dire. Esistono circostanze in cui non ci si può spostare per recarsi al centro fitness o in palestra, quindi per non rinunciare all’allenamento si ripiega sul home fitness o si va al parco sotto casa per allenarsi all’aperto. Alcune persone decidono di dedicarsi agli esercizi callistenici per tutto il periodo estivo. Ma vediamo più nel dettaglio i benefici e i vantaggi che può portare l’allenamento all’aperto di difficoltà medio-basso.

Benefici e vantaggi dell’allenamento all’aperto

Iniziamo col dire che l’allenamento bodyweight all’aperto conferisce molti vantaggi:

• Ci si può allenare senza strumenti, mezzi oppure locali dedicati;

• Sotto il profilo psicologico offre un metodo efficacie per scaricare lo stress;

• Scegliendo il posto giusto si possono avere benefici a livello respiratorio, anche se in città non è semplice trovare luoghi privi di smog;

• Dal punto di vista salutistico ed estetico è simile ad un allenamento in palestra, a meno che non si tratti di attività specifiche. Un neofita che decide di allenarsi all’aperto ottiene un miglioramento della forza e ipertrofia funzionale, se associato ad una dieta un dimagrimento e l’ottimizzazione cardiovascolare e respiratoria.

Come iniziare con l’allenamento all’aperto

Prima di cominciare con qualsiasi attività di tipo fisico è bene fare una valutazione medica. Quindi bisogna preparare il circuito. Servirà una superficie di circa 15 metri quadrati in piano e che non abbia irregolarità. Segniamo con dei sassi, una bottiglia o qualsiasi cosa si voglia ogni stazione immaginaria e decidiamo quali e quanti esercizi eseguire ad ogni postazione. All’inizio sarebbe meglio non esagerare ma procedere per gradi aumentando la difficoltà e il numero di esercizi gradualmente. Facciamo un esempio su un circuito semplice con 5 stazioni:

• Prima stazione: piegamenti sulle braccia;

• Seconda stazione: squat;

Terza stazione: crunch;

Quarta stazione: iperestensioni del busto proni a terra;

• Quinta stazione: rematore inverso. Per chi vuole nessuno vieta di servirsi di sovraccarichi blandi, palle mediche, elastici, fitball, eccetera. Non dimenticatevi mai di indossare abiti comodi che lascino libertà di movimento totale. In commercio si trovano molti completini sportivi da donna: su begood.store è possibile trovare modelli ideali per l’allenamento all’aperto e non solo.

I commenti sono chiusi.