Email di aziende, a chi servono?

Utili per inviare DEM, le mailing list possono essere acquistate da imprese specializzate, come Ediscom S.p.A. Queste sono essenziali per poter avviare campagne di marketing di questa tipologia, finalizzate ad attirare l’attenzione del cliente. Anche le newsletter hanno bisogno di una lista di mail di tutti i clienti, ed hanno lo scopo di mantenere viva la comunicazione tra attività commerciale o azienda ed il cliente. Infatti anche se entrambe sfruttano lo stesso strumento di marketing, DEM e newsletter sono assolutamente due modalità diverse di promuovere i prodotti che vogliamo vendere. Non solo articoli sono coinvolti, ma anche servizi. Prima di tutto la newsletter ha un carattere informativo, importante è il modo e lo stile di presentare quindi i contenuti. Deve attirare l’interesse, ma non l’attenzione come invece avviene per la tipologia simile ma contraria. Infatti in questo caso si tratta di una mail che presenta un buono sconto all’interno, una promozione oppure un coupon. L’immagine ha una rilevanza essenziale in questo tipo di strumento marketing, infatti l’utente è prima di tutto colpito da questa. In un secondo luogo il titolo deve essere accattivante, o meglio l’OGGETTO della mail. Il cliente sarà portato a cliccare sopra e a vedere effettivamente di cosa si tratta. Soprattutto in questi casi, si vuole invogliare il cliente a recarsi fisicamente presso il negozio, l’attività commerciale o l’azienda. Solo in tal modo, potrà usufruire dello sconto o promozione che gli è stata inviata.

Scegliere un layout accattivante: quanto è importante?

Scegliere un’immagine, un oggetto, uno stile di testo accattivante è tutto, sia che si tratti di newsletter che di DEM. Ma soprattutto in quest’ultimo caso, l’immagine gioca un ruolo fondamentale e centrale. Quando infatti apriamo una mail di questo tipo, troviamo più che altro un’immagine. Al suo interno riconosciamo dei prodotti, con il relativo prezzo scontato. Oppure possiamo vederci “sparata” davanti una bella scritta di questo tipo: sconti fino al 20% per la stagione estiva. Per quanto riguarda invece la newsletter c’è bisogno di mettere su una cura più dettagliata. Infatti non dobbiamo solamente creare un’immagine semi accattivante, ma curare il testo e soprattutto il contenuto. Questa mail ha uno scopo prettamente informativo, dobbiamo usare un lessico che fa sentire inoltre a casa il lettore che è nostro cliente. In questo modo l’azienda oppure l’attività commerciale, ricorda al proprio cliente che non si è dimenticato di lui. Esprime così il desiderio di informarlo di tutti gli aggiornamenti, e di rinvigorire il suo interesse per i servizi e prodotti che vengono offerti.

Gli sms: quanto incidono su una campagna promozionale?

Per riuscire a promuovere in modo efficace prodotti e servizi, dobbiamo muoverci su più fronti. Quindi va bene utilizzare le mail, e essere in possesso come nel caso di Ediscom di grandi mailing list, ma anche gli SMS possono essere utili. Infatti questo tipo di comunicazione, non risulta invasiva, ma intima e confidenziale. Il cliente sente che ha ricevuto un messaggio personale, e percepisce quindi la cosa come riferita solo a lui. Anche se non è proprio così, la persona che riceve l’SMS pensa di essere l’unico o uno dei pochi ad aver ottenuto ad esempio un buono sconto. La relazione con il cliente diventa in questo modo sempre più stretta, inoltre più legami riusciamo a stringere più cresce la possibilità di guadagno. Devono essere utilizzati differenti strumenti oppure canali, ed affidarci ad una società specializzata nel campo. Questo è sicuramente il caso di Ediscom, società affermata nel settore, la quale sa come pubblicizzare o promuovere servizi con risultati efficaci. Figure professionali e competenti in campo di marketing, lavorano al fine di raggiungere gli obiettivi richiesti dal cliente. Come è possibile notare dal cospicui numero di feedback positivi, parliamo di un profilo di alto livello.

I commenti sono chiusi.