Landing page: template, esempi e SEO

La traduzione letterale di landing page significa: “pagina di atterraggio” (landing=atterraggio e page=pagina). Questa particolare pagina presenta una struttura precisa e diversa da tutte le altre pagine di un sito. É strutturata in modo tale da cercare di convertire gli utenti che la visitano (e quindi vi atterrano) in “lead”, cioè clienti. Il loro scopo è quindi quello di “convertire ad un azione l’utente che vi è atterrato. Le landing page sono realizzate in modo diverso a seconda dell’obiettivo da raggiungere. Gli obiettivi sono vari. Ad esempio è possibile realizzare una landing page per spingere un potenziale cliente ad acquistare direttamente un bene o un servizio, oppure per compilare un modulo di contatto e lasciare alcuni specifici dati.

Landing page: Template per lead generation

La lead generation (o generazione di un contatto) è un’attività di web marketing che mira a trasformare gli utenti che atterrano su una pagina web specifica, in contatti. In altre parole la lead generation ha l’obiettivo di spingere l’utente a lasciare i propri dati (nome, cognome, email, numero di cellulare, ecc…) per poi riuscire a instaurare con loro una futura relazione che possa portare infine ad una vendita.

Per questa specifica attiva, molto importante per tutte (o quasi) le aziende, le landing page sono assolutamente essenziali. Nei template di queste pagine, ogni elemento è studiato per invogliare l’utente a compilare volontariamente un form e lasciare i propri dati. Qualche volta le landing page progettate per questa specifica attività sono chiamate: “Squeeze Page” (squeeze in inglese significa “spremere, comprimere”).

Landing page: Template per la vendita

Un altro scopo per il quale sono progettate landing page specifiche, è quello legato alla vendita diretta di un bene/servizio. Si tratta di prodotti adatti alla vendita online e non beni molto costosi o di lusso (in questo caso meglio una landing page per acquisizione dati). In questo caso la landing si chiama anche (Sales Page, o pagine di vendita). In queste landing l’azione di acquisto rimanda sempre ad un carrello, dal quale è poi possibile concludere il processo di acquisto pagando quando dovuto con carta di credito, Pay Pal o altro metodo di pagamento.

Conversioni e conclusioni

Quindi, ricapitolando, una landing page è strettamente correlata al concetto di conversione. Per conversione si intende il raggiungimento di un preciso obiettivo. Possono esserci due diverse tipologie di obiettivi: vendita diretta e acquisizione dati. In entrambi i casi la landing risolve un’esigenza specifica agendo con una macro (vendita) o micro (acquisizione contatto) conversione.

I commenti sono chiusi.